Translate

giovedì 22 agosto 2013

Contest - Estate in città

Care amiche, questa è la mia prima partecipazione ad un contest. Il mio è un blog nato da poco e da autodidatta devo ancora sia imparare e capire come "gestire" un blog sia i significati delle diverse iniziative che propongono le altre blogger. Come avevo scritto nel post precedente, quest'estate ho trascorso qualche giorno in montagna e non potevo di certo esimermi dal raccogliere i tesori del bosco con l'idea di creare prima o poi qualcosa. Ecco che a sorpresa ho letto di questo contest. Sinceramente ho subito titubato (non conosco nulla di come si fa ad aderire, delle regole, etc...) poi pensa e ripensa a alla fine mi sono decisa a partecipare. Diciamo che pigne, muschio, castagne e ricci vuoti sono cose che mi ricordano più qualcosa legato a stagioni come l'autunno o l'inverno. L'estate invece mi fa pensare alla vita all'aria aperta, alla spensieratezza e allora ho deciso di realizzare un fuori porta scaccia pensieri.
contest_estate_in_città
MATERIALI: pigne, muschio, castagne, ricci vuoti, rami, aghi di pino, rafia naturale, corda naturale, palline di legno, colla a caldo (le coccinelle nella foto non ne lo potute utilizzare ... alla fine del post vi racconterò perché).
ESECUZIONE: 1) Con la colla a caldo ho unito tra loro le pigne utilizzando della corda naturale e delle palline di legno.
2) Ho legato con un po' di rafia e colla a caldo tutto ciò che avevo trovato nel bosco: un riccio vuoto, un rametto, aghi di pino, foglie di quercia.
3)Avevo raccolto anche del muschio e ho deciso di utilizzarlo per ricoprire alcune palline di legno (l'ho incollato sempre con la colla a caldo).
4)Infine ho appeso il mio fuori porta scaccia pensieri accanto alla porta della mia casetta.
... ah sì le coccinelle ... mentre pasticciavo per realizzare il fuori porta la mia piccola Giulia di 6 anni le ha "prese in prestito" perché anche lei voleva realizzare un lavoretto come la sua mamma e ha creato il bosco delle coccinelle, disegnando anche le faccine sorridenti ai sassolini...

venerdì 9 agosto 2013

Estate in montagna

Care amiche, con il caldo di quest'estate sognavamo di andare in montagna ed infatti ci siamo organizzati per trascorre qualche giorno al fresco. Siamo stati in Alto Adige dove abbiamo avuto occasione di visitare dei paesini stupendi.
Summer in the mountains Dear friends, with the heat of this summer's dreamed of going into the mountains and we arranged to spend a few days in a cool place. We were in South Tyrol where we had the opportunity to visit the beautiful villages.
Nel nostro itinerario c’è stata anche la possibilità di visitare Innsbruck dove non ero mai stata e devo dire che mi ha letteralmente affascinata con le sue case così colorate ed eleganti, i balconi fioriti, i giardini curati in ogni piccolo dettaglio. Vi mostro qualche foto che sono riuscita a fare con difficoltà perché non vi dico quanta gente c’era per strada, si faceva fatica a camminare.
In our itinerary there was also the possibility of visiting Innsbruck where I had never been and I must say that I was fascinated with its houses so colorful, elegant, with flowered balconies and manicured gardens in every little detail. In our itinerary there was also the possibility of visiting Innsbruck where I had never been and I must say that I was fascinated with its houses so colorful, elegant, with flowered balconies and manicured gardens in every little detail. I show you a few pictures that I was able to do with difficulty because they don’t tell you how many people there were on the street, it was hard to.
 
Infine voglio mostrarvi questo simpaticissimo cartello che era all’interno di una casa … non potevo non fotografarlo. Finally I want to show you this nice sign that was inside a House ... I could not photograph.
a presto

venerdì 2 agosto 2013

Porta Mollette Country

L’estate è la stagione dai mille colori e dai mille profumi, uno tra questi è senza dubbio quello del bucato steso al sole. Ho sempre tante idee che mi frullano in testa, ma poi un po’ per pigrizia e un po’ per mancanza di tempo sono costretta a riporle in un cantuccio con la speranza, di poterle realizzare prima o poi tutte … o quasi. Come sapete sono una “sarta”-pasticciona autodidatta per cui prima di riuscire a completare il lavoro che ho in testa devo provare, riprovare, cucire e soprattutto scucire e ricucire :-))) Tra le mie tante idee c’era un porta mollette in tessuto da sostituire a quello in plastica che davvero non sopporto più. Io uso tante mollette per cui lo volevo abbastanza capiente e funzionale. In rete ne ho visti di carini a forma di abitino, ma sinceramente per me, volevo qualcosa tipo “cestino". Vi mostro qualche foto del mio cuci-esperimento. Ovviamente ho sempre accanto a me il mio barboncino bianco di nome Russell che controlla ogni cosa. E’ il mio aiutante virtuale e quindi come non personalizzare il mio porta mollette dedicandolo anche un po’ a lui? E così, è nata sul davanti questa taschina con un disegnino del mio poodle che annusa curioso rametti di lavanda.
Summer is a season of many colors and with a thousand fragrances, among which there is one that is among my absolute favourites — the one lying in the Sun laundry. I always have so many ideas that I mix in my head, but then little laziness and partly due to lack of time, I'm going to have to put them in a corner hoping, to realize sooner or later all ... or almost. As you know I am a "seamstress"-clumsy self-taught so before being able to complete a job that I have in my head I have to try, try again, sew, unpick :-))) Among the many ideas of my "archive" there was a door cloth pins to replace that plastic that really can't stand more. I use many clothespins that I wanted it quite roomy and functional. On the net I have seen of cute little dress shaped, but honestly, for me, I wanted something like ' trash. I show you some pictures of my sew-experiment. Of course I always beside me my white poodle named Russell who controls everything. It's my virtual assistant and then as I customize my door pegs also dedicating it to him? And so was born on the front pocket with a draw this for my poodle that smell curious sprigs of lavender.
Per la parte esterna ho utilizzato un cotone misto lino che ha questo effetto un po’ stropicciato mentre la fodera a righe è uno dei tanti tessuti carini by Ikea. Ho anche aggiunto una scritta in francese che significa mollette. I due cuori li ha ritagliati per me la mia bambina mentre cucivo il cestino e mi ha chiesto di applicarli sulla stoffa. Come potevo dirle di no? Ecco quindi due piccoli cuoricini fai-da-te del mio tesoro. E per restare in tema di cuori li ho utilizzati anche come bottoni per il manico. A presto
On the outside I used a cotton linen blend that has this effect a bit wrinkled and striped lining is one of the many cute fabrics by Ikea. I also added an inscription in French which means clothespins. The two hearts cut them for me my little girl while cucivo the trash and asked me to apply it on the fabric. How could I tell her no? Hence two small hearts do-it-yourself of my treasure. And to stay in theme of hearts I also used them as buttons for the handle.